Stoccaggio di sostanze pericolose

Sostanze pericolose in azienda: 5 consigli per lo stoccaggio sicuro

Cloro, oli minerali: In molte aziende vengono utilizzate quotidianamente sostante pericolose infiammabili o nocive. Tali sostanze possono essere tenuto in stoccaggio, soprattutto in grandi quantità, seguendo delle misure di sicurezza. Da cosa dipende lo stoccaggio? Quali sono i requisiti giuridici? E quando è necessario utilizzare una vasca di raccolta? Le risposte a queste domande le troverete nei nostri 5 consigli per lo stoccaggio di sostanze pericolose.

1. Effettuare lo stoccaggio nel luogo giusto

 

Per molte sostante pericolose non è facile determinare sin dall’inizio quale è il luogo migliore dove depositarle. In ogni caso è importante: Depositare le sostante pericolose in modo sicuro che non possano cadere, ad adempio nella parte inferiore dello scaffale oppure in contenitori, che possono essere impilati in modo sicuro. Per grandi quantità di sostanze pericolose potrebbe essere necessario un deposito per sostanze pericolose oppure un container di sicurezza per ambienti. In base a disposizione giuridiche, non si possono depositare sostanze pericolose nei sottoscala, nei passaggi di transito, nei corridoi o in soffitta.

 

2. Etichettare le sostanze pericolose

 

Etichettare in modo esaustivo sostante nocive, infiammabili o altre sostanze pericolose. Pittogrammi di pericolo assicurano che anche persone estranee riconoscono la sostanza pericolosa. Le sostanze pericolose non devo inoltre mai essere collocate nelle vicinanze di alimenti o medicinali, onde evitare equivoci.

 

3. Utilizzare contenitori originali e vasche di raccolta

 

Essenzialmente funziona in tal modo: Lasciare le sostanze pericolose nel contenitore originale, in particolare quando sono depositate di modo che non siano sottoposte a urti o a fuoriuscite. Non riempire i prodotti con ingredienti pericolosi e fare attenzione che il contenitore rimanga intatto. Con grandi quantità di sostanze pericolose fluide, proteggete l’ambiente da contaminazioni utilizzato vasche di raccolta. Tali quantità devono corrispondere, per legge, dieci percento del volume di stoccaggio oppure la dimensione più grande del contenitore in deposito. In zone idriche protette, il dispositivo di raccolta dovrà essere in grado di raccogliere l’intera quantità di stoccaggio.

 

4. Tenere al chiuso le sostanze pericolose

 

Alle sostanze pericolose dovrebbero avere accesso solo i collaboratori specialisti nella gestione di tali sostanze. Depositare ad esempio tali sostanze in un armadio di sicurezza richiudibile al quale solo persone specializzate possano avere accesso.

 

5. Informarsi su ulteriori linee guida

 

Tutte le informazioni importanti sul tema “Stoccaggio di sostanze pericolose in contenitori mobili o fissi” sono disponibili direttamente dalla disposizioni, nel Regolamento sulle sostanze pericolose GefStoffV, nel AwSV, nel TRGS 510 e nel TRGS 509. Così non correrete rischi!

Separare lo stoccaggio e il caricamento delle batterie al litio.

Protezione perfetta con i sicuri sistemi di stoccaggio e trasporto di CEMO.

Articolo

DT-Mobil COMBI - Fare rifornimento, sempre e dovunque

Rendetevi autonomi grazie alla stazione di rifornimento mobilie COMBI per diesel e AdBlue®.

Articolo

Stoccaggio sicuro di sostanze pericolose con i prodotti CEMO

La protezione dell’uomo e della natura stanno per CEMO al primo posto. Lo stoccaggio sicuro di sostanze pericolose come carburanti o lubrificanti è pertanto l’obiettivo del nostro lavoro. CEMO sviluppa prodotti per lo stoccaggio di sostanze pericolose, che rispettino tutti i requisiti giuridici combinando sicurezza con uso pratico ed eccellente gestibilità.

Come pioniere nell’ambito dello stoccaggio di sostanze pericolose, da noi potete aspettarvi tecnologia di trasporto moderna, massima qualità ed eccellente assistenza. Conosciamo i requisiti che valgono per lo stoccaggio di sostanze e vi forniamo prodotti che si adattano alle vostre esigenze.

 

Requisiti giuridici per lo stoccaggio di sostanze pericolose

 

Sostanze facilmente infiammabili, tossiche, corrosive, esplosive e nocive per la salute sono considerate sostanze pericolose e devono seguire determinati requisiti giuridici. Dato che tali sostanze vengono utilizzate in numerose industrie, lo stoccaggio sicuro di sostanze pericolose è, dal punto di vista intersettoriale, un tema rilevante.

Leggi, norme e disposizioni di prevenzione degli infortuni dovrebbero servire a una gestione corretta di sostanze pericolose. A seconda della sostanza, della quantità e del grado di pericolosità, si ricorre a diverse misure di sicurezza. Lo stoccaggio separato di sostanze infiammabili e l’utilizzo di tecniche di stoccaggio, che corrispondono alle disposizioni legislative e alle approvazioni di modello, sono sicuramente parte dei requisiti. CEMO lavora da decenni nell’ambito dello stoccaggio di sostanze pericolose, funge pertanto da valido esperto nella produzione di tecniche di stoccaggio sicure e conformi alla legge.

 

Prodotti versatili per lo stoccaggio sicuro di sostanze pericolose di CEMO

 

Vi offriamo una vasta gamma di prodotti versatili per lo stoccaggio sicuro di sostanze pericolose che corrispondono a tutti i requisiti giuridici. Dalle vasche di raccolta alle scaffalature per fusti, armadi e container, CEMO ha per ogni esigenze la soluzione adatta. Sia per spazi interni e che esterni troverete la tecnica di stoccaggio giusta per voi.

I nostri prodotti in VTR, PE e acciaio rispettano tutti i requisiti di sicurezza e consentono quindi uno stoccaggio conforme e salvaspazio di sostanze pericolose. Forniamo anche accessori e unità di estensione che si adattano alle nostre tecniche di stoccaggio.

Il nostro team è lieto di rispondere alle vostre domande relative allo stoccaggio di sostanze pericolose e vi offre esauriente assistenza. Per lo stoccaggio di sostanze pericolose affidatevi all’esperienza e al know-how di CEMO.